Quando Fido non c’è più

di Redazione

Presto anche in Sicilia i cimiteri per dare degna sepoltura agli animali d’affezione. Dalla Regione due milioni di euro ai Comuni

Finalmente una bella notizia: anche in Sicilia sorgeranno i cimiteri per gli amatissimi animali da compagnia la cui presenza fa bene all’anima. Lo prevede il Regolamento approvato dalla Regione che arriva dopo più di due decenni dalla legge che ha dato via libera alla realizzazione dei cimiteri.

 

Il governo regionale ha stanziato la somma di due milioni di euro a disposizione dei Comuni che ne faranno richiesta. Si dà così attuazione, dopo 22 anni, a una legge dell’Ars rimasta inapplicata e che prevede appunto la possibilità di seppellire le spoglie dell’animale in un vero e proprio cimitero, anche previa cremazione, secondo le caratteristiche fissate dal regolamento sanitario.

 

“Con questa nostra iniziativa – commenta il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – la Sicilia si allinea ad altre regioni del nord Italia ma, soprattutto, diamo concreto riconoscimento ai nostri compagni di vita, quali esseri senzienti e non oggetti. Quello del governo regionale è un gesto di grande civiltà e sensibilità. Spero che incontri l’interesse di tanti Comuni”.

 

Tra pochi giorni, quindi, i sindaci siciliani potranno avanzare istanza rispondendo a un apposito Avviso pubblico a cura del Dipartimento regionale delle Attività sanitarie della Regione. La richiesta dovrà partire dai Comuni, i quali potranno realizzarli in forma singola o associata, e dopo aver ricevuto il parere igienico-sanitario dell’Asp territorialmente competente.

Share:

On Key

Related Posts

Culture

Martinho da Arcada, il più antico cafè di Lisbona

Nato nel 1778, è noto per la sua frequentazione da parte delle élite culturali portoghesi e internazionali. È il famoso cafè dove Fernando Pessoa amava sostare, le foto dello scrittore seduto al suo tavolo personale sono infatti appese a tutte le pareti

Read More »