PA‘ncucciato il panettone artigianale davvero unico

di Redazione

Per lo chef palermitano Filippo La Mantia che lo ha proposto il Pa’ncucciato realizzato con la semola del cous cous è la sintesi di due concetti per lui fondamentali, “la palermitanitudine” con ciò che lo lega a Milano, sua città adottiva e patria del panettone

La tecnica è quella tradizionale di preparazione del panettone ma la materia prima utilizzata, il cous cous, è una assoluta novità. Si chiama PA‘ncucciato il grande lievitato nato l’anno scorso dall’idea di un imprenditore siciliano titolare di una nota azienda di prodotti dolciari, in collaborazione con lo chef palermitano Filippo La Mantia e riproposto quest’anno in edizione limitata.

L’idea che sta alla base della creazione del PA’ncucciato è quella di dare vita a un prodotto che, senza mai perdere di vista creatività e passione, raddoppia il valore della tradizione, dando corpo e consistenza a quella dolciaria del lievitato più famoso e a quella legata all’antica pratica della lavorazione della semola.

 

Un’intenzione espressa già dal nome scelto per questo innovativo grande lievitato, dove PA rimanda al panettone e ‘ncucciato alla tecnica della ‘ncocciatura, ovvero dell’aggregazione del cous cous per effetto dell’acqua e del movimento rotatorio della mano.

Pa ‘cucciato, dunque, è a tutti gli effetti un grande lievitato, all’interno del quale è stato inserito il cous cous, lavorato in modo da dare consistenza all’impasto e unicità alla ricetta. Nell’impasto trovano spazio anche l’uvetta di Pantelleria, una selezione di frutta candita di primissima scelta, gli sciroppi di arancia e limone biologici, per donare al PA’ncucciato sapori e profumi del territorio siciliano. La lenta lievitazione artigianale dà il tocco finale, dando sofficità, leggerezza e alta digeribilità.

 

Il cous cous, per lo chef La Mantia, rappresenta una sorta di biglietto da visita, e Pa’ncucciato è la sintesi di due concetti per lui fondamentali, “la palermitanitudine” con ciò che lo lega a Milano, sua città adottiva e patria del panettone. “Quest’anno abbiamo scelto di presentare Pa’ncucciato proprio a Milano – spiega lo chef – in omaggio alla storia del panettone e alle sue origini. Ma, per favore, non chiamatelo panettone. Pa ‘ncucciato è un incrocio di trazioni che si compie sull’asse Sicilia – Lombardia: cous cous e panettone che si incontrano e si fondono per dare vita ad un nuovo prodotto”.

 

A dare un ulteriore valore aggiunto al prodotto, la speciale confezione nella quale viene presentato, una scatola di latta da collezione, progettata e creata appositamente riproducendo la Chiesa palermitana di San Giovanni degli Eremiti, personalizzata dall’artista contemporaneo Andrea Buglisi, celebre per la creazione nel capoluogo siciliano dei murales che raffigurano i giudici Falcone e Borsellino.

PA’ncucciato è in edizione limitata e disponibile, nella versione tradizionale e al cioccolato, sullo shop www.pancucciato.com.

Share:

On Key

Related Posts

Culture

La Via dei librai per Palermo allo Sperone e a Caccamo

Torna “La Via dei Librai per Palermo” con altri due appuntamenti e il lancio di una nuova iniziativa. Due giorni allo Sperone per proseguire l’esperienza iniziata a Mondello e a Brancaccio e cioè di portare i libri in piazza nelle periferie. Un’altra a Caccamo per aprire un percorso anche nella provincia e sperimentare la formula della manifestazione anche fuori dalla

Read More »
Culture

La Women Orchestra contro la violenza sulle donne

Con un repertorio ad hoc l’orchestra diretta dalla giovane Alessandra Pipitone si esibirà oggi a Palermo, a Palazzo Comitini, alle ore 18, subito dopo il dibattito sul femminicidio organizzato dal “Pool Antiviolenza e per la Legalità”

Read More »