Liquori dell’Etna, le antiche ricette della tradizione contadina

Liliana Rosano

Protagonista indiscussa dei Liquori dell'Etna è la frutta di stagione del territorio e una lenta doppia macerazione in alcool. Un rituale senza tempo che porta a tavola dieci liquori mitici, gli stessi con cui gli Etnauti brindavano ai loro successi

Un brand che nasce dal territorio, ricco di suggestioni e di ricordi, che fa delle piccole storie artigianali un racconto corale. Sono I Liquori dell’Etna, ultima creatura di Edoardo Strano, imprenditore di Paternò che si è fatto conoscere per l’amaro Amara, e che con questa nuova avventura porta avanti il legame con il territorio in maniera ancora più forte.

 

Un viaggio, quello raccontato da I Liquori dell’Etna, che inizia nelle campagne della provincia catanese, dove nascono e crescono i frutti freschi di stagione che danno vita agli infusi. E che continua con la graphic novel degli Etnauti, fatta di storie a fumetti che diventano strumento perfetto per condividere in immagini e parole le avventure degli Etnauti: sensali, agricoltori e commercianti coraggiosi che hanno dato vita alla grande tradizione agricola etnea.

 

Dieci infusi prodotti solo con frutta fresca di stagione raccolta sulle terre nere dell’Etna: Limone Primofiore, Tarocco Gallo, Mandarino Tardivo Marzola, Pesca Tabacchiera, Mela delizia dell’Etna, Pera Coscia, Fico d’India e i nuovissimi gusti ai frutti rossi: Fragola di Maletto, Gelso Nero e Ciliegia Mastrantonio DOP.

 

A essere protagonista indiscussa dei Liquori dell’Etna è la frutta del territorio, selezionata in modo meticoloso e trasformata in liquori attraverso ricette autentiche e una lenta doppia macerazione in alcool. Un rituale senza tempo, che da generazione in generazione porta a tavola dieci liquori mitici, gli stessi con cui gli Etnauti brindavano ai loro successi.

 

Territorio e piccoli produttori sono gli artefici di questa produzione. Il centro di gravità è l’Etna: dalle campagne di Misterbianco, Catania, Regalna a quelle di Adrano, Maletto, Sant’Alfio, Riposto e Santa Maria di Licodia. Le terre nere delle contrade sono all’origine della qualità di ogni frutto. Ogni stagione ha i suoi frutti con altrettanti liquori che si contraddistinguono per la loro freschezza e immediatezza, in grado di richiamare a ogni sorso un concentrato di territorio, grazie all’espressività del ricco patrimonio di profumi e sentori dell’Etna

 

Share:

On Key

Related Posts

Culture

Martinho da Arcada, il più antico cafè di Lisbona

Nato nel 1778, è noto per la sua frequentazione da parte delle élite culturali portoghesi e internazionali. È il famoso cafè dove Fernando Pessoa amava sostare, le foto dello scrittore seduto al suo tavolo personale sono infatti appese a tutte le pareti

Read More »