Menfi, Città Italiana del Vino 2023

di Redazione

Nel cuore delle "Terre Sicane", Menfi ha conquistato il prestigioso titolo dopo averlo già sfiorato l'anno scorso classificandosi in seconda posizione. Il riconoscimento mette in risalto la cultura enologica ed enoturistica del luogo e spinge a consolidare il suo posizionamento come polo di studio e sperimentazione nel settore delle produzioni del vino

C’è tutta la forza della comunità delle Terre Sicane, nel riconoscimento attribuito a Menfi, nell’agrigentino, dall’Associazione nazionale delle Città del Vino che ha scelto il comune siciliano come Città italiana del Vino 2023.

La cerimonia di apertura avrà un respiro internazionale con il coinvolgimento di Cipro, Grecia, Croazia e Libano grazie anche alla presenza di Iter Vitis, itinerario culturale europeo della vite e del vino con sede a Sambuca.

“Mi congratulo con la sindaca Marilena Mauceri per il prestigioso riconoscimento – ha commentato Angelo Radica, presidente nazionale dell’Associazione – che per un anno accenderà i riflettori su di un territorio che oggi rappresenta una delle tante eccellenze del mondo del vino italiano. Non solo, ma la valle del Belìce sarà protagonista anche del prossimo Concorso Enologico Internazionale che si terrà a Sambuca dall’11 al 14 maggio del prossimo anno. Una occasione in più per valorizzare e promuovere questi territori”.

 

A sottolineare il grande lavoro di squadra – che ha consentito a Menfi di imporsi rispetto alla candidatura dei comuni di Montespertoli in provincia di Firenze, cuore del Chianti Docg, e Canelli, città dell’Asti spumante – è Marilena Mauceri che dallo scorso settembre guida anche la Fondazione Inycon, centro di formazione continua nell’ambito della filiera del mondo vitivinicolo che ha supportato la redazione del dossier per la candidatura Menfi città del Vino 2023, stesura realizzata dall’OTIE ( Osservatorio Territoriale delle Isole Europee), il cui Presidente è il Professore Giovanni Ruggeri.

 

“Abbiamo presentato il dossier della candidatura a settembre dello scorso anno – ha spiegato – e questo riconoscimento è il frutto di una profonda sinergia. Il dossier riguarda 52 partner, tra pubblico e privato, in cui abbiamo coinvolto le aziende vitivinicole del territorio, partner istituzionali quali l’Università di Palermo ed in particolare Giovanni Ruggieri, presidente dell’Osservatorio Turistico delle Isole Europee, l’Unione del Comuni Terre Sicane, la Strada del Vino Terre Sicane. In queste terre disseminate di olivi secolari, mandorli e alberi da frutto, predomina la coltura della vite, sempre presente sin dal tempo dei Sicani, quando la città di Inycon produceva l’inicynum, vino eccellente cantato da Esichio, Strabone, Pausania e Fozio, espressione di un’identità culturale radicata”.

 

L’importanza di questo riconoscimento per la città di Menfi e per tutto il territorio delle Terre sicane viene sottolineata anche da alcuni produttori “storici” come Alessio Planeta, della omonima azienda vinicola, e Giuseppe Bursi, presidente della Cantina Settesoli. A convincere la commissione è stata anche la capacità di guardare oltre confine, con riferimento ad azioni inclusive e di scambio culturale, anche attraverso l’itinerario culturale europeo Iter Vitis. “Sono doppiamente orgoglioso per la nomina di Menfi Città del Vino 2023 e per l’assegnazione a Sambuca come sede del Concorso Enologico Internazionale Città del Vino 2023 – commenta Gori Sparacino, direttore Iter Vitis e della Strada del Vino delle Terre Sicane -. È stato un lavoro di tessitura lungo anni che ci ha visto tra i protagonisti e che rappresenta un’ottima opportunità per rafforzare l’identità culturale-enoica del territorio delle Terre Sicane”. Anche Leo Ciaccio, sindaco di Sambuca nonché vicepresidente Nazionale Città del Vino, si dichiara “particolarmente soddisfatto per la doppia assegnazione che darà sicuramente una notevole visione mediatica per i nostri territori e sarà una leva per un incremento dell’enoturismo e non solo. Un ringraziamento particolare a Gunther Di Giovanna, presidente della Strada del Vino Terre Sicane, per l’impegno profuso”.

Share:

On Key

Related Posts

Culture

La Via dei librai per Palermo allo Sperone e a Caccamo

Torna “La Via dei Librai per Palermo” con altri due appuntamenti e il lancio di una nuova iniziativa. Due giorni allo Sperone per proseguire l’esperienza iniziata a Mondello e a Brancaccio e cioè di portare i libri in piazza nelle periferie. Un’altra a Caccamo per aprire un percorso anche nella provincia e sperimentare la formula della manifestazione anche fuori dalla

Read More »
Culture

La Women Orchestra contro la violenza sulle donne

Con un repertorio ad hoc l’orchestra diretta dalla giovane Alessandra Pipitone si esibirà oggi a Palermo, a Palazzo Comitini, alle ore 18, subito dopo il dibattito sul femminicidio organizzato dal “Pool Antiviolenza e per la Legalità”

Read More »