Premio Troisi 2022 a Simona Izzo

di Redazione

Si è concluso il “Mare festival Salina Premio Troisi”, giunto all’XI edizione. Tra gli ospiti Ricky Tognazzi, il regista Nino Parenti e gli attori Lunetta Savino e Gabriel Garko

Grande successo per la chiusura del Premio Troisi – Marefestival, in scena nella piazza principale di Salina, una delle Isole Eolie che fu set naturale del film “Il Postino”.

 

Premiata la coppia, nella vita e sul lavoro, Ricky Tognazzi e Simona Izzo, già ribattezzati “I Tognizzo”. Madrina dell’evento Maria Grazia Cucinotta. 

 

“E’ vero che gli artisti non muoiono mai perché sopravvivono nelle loro opere, ma la memoria è importantissima – ha detto Ricky Tognazzi ricordando Troisi – Massimo era un maestro, vero erede di Eduardo De Filippo, un poeta. E poi aveva un dono meraviglioso, che faceva ridere. La risata e il buonumore fanno bene alla salute e sono un dono divino”.

 

“Massimo era anche di una dolcezza e di una poesia eccezionale – ha proseguito nel suo ricordo Tognazzi, attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico -. Aveva capacità di comunicare in modo semplice. Viaggiava alto ma a fianco a te. Non ti sentivi mai schiacciato dalla sua intelligenza, dalla sua capacità, ti sentivi suo amico pur non conoscendolo”.

 

Ogni anno la manifestazione, ideata dai giornalisti Massimiliano Cavaleri e Patrizia Casale e promossa dall’Associazione culturale Prima Sicilia, di cui è segretario Francesco Cappello, celebra la figura dell’indimenticato attore e artistico napoletano che, venuto a mancare poco dopo la fine delle riprese dell’iconica pellicola, ha lasciato un importante patrimonio artistico, ancora oggi riferimento per molti comici.

 

Simona Izzo, visibilmente emozionata nel ricevere il Premio, ha ricordato Massimo Troisi come “Un genio della comicità e dello spettacolo, un pioniere in questo senso, che non abbandonò mai la sua ironia con una vena malinconica. Non si sentiva un attore comico di secondo livello”.

 

“Attrice, regista, sceneggiatrice, doppiatrice, scrittrice: è “artista del Cinema” a tutto campo. Fascino, versatilità e talento hanno reso la sua carriera brillante, dinamica e ricca di successi” è la motivazione del premio a Simona Izzo.

 

La coppia ha dialogato con il direttore artistico del Premio Troisi, Massimiliano Cavaleri e con Nadia La Malfa, in un dibattito che ha attraversato in un viaggio cinematografico di oltre 50 anni di carriera.

 

Nell’ultima serata sono stati premiati il grande regista Neri Parenti, “Re degli incassi italiani, dalla saga di Fantozzi ai cinepanettoni, nonché Maestro della commedia italiana” e l’attrice “poliedrica”, Lunetta Savino, reduce dal grande e recente successo della serie tv “Studio Battaglia”.

Durante la serata è stata svelata un’inedita intervista che Lunetta Savino ha realizzato a Massimo Troisi in cui l’attore napoletano ricorda un altro grande attore partenopeo: Peppino De Filippo.

 

Premio Paladino d’Oro a Paolo Conticini per l’interpretazione nel musical Mamma Mia.

 

Share:

On Key

Related Posts

Culture

Martinho da Arcada, il più antico cafè di Lisbona

Nato nel 1778, è noto per la sua frequentazione da parte delle élite culturali portoghesi e internazionali. È il famoso cafè dove Fernando Pessoa amava sostare, le foto dello scrittore seduto al suo tavolo personale sono infatti appese a tutte le pareti

Read More »