Festino di Palermo, s’illuminano ai Quattro Canti le rose dell’artista Domenico Pellegrino

di Redazione

Le rose per Santa Rosalia disegnate dall’artista Domenico Pellegrino sono state realizzate grazie al sostegno di Dell’Oglio

Le rose dedicate alla Santuzza sono state installate ai Quattro Canti e hanno atteso il passaggio della corte trionfale del 398mo Festino di S. Rosalia nel punto cruciale del percorso, quello dove il Carro si ferma per permettere al sindaco della città di salire e gridare il proverbiale: “Viva Palermo, Viva Santa Rosalia”. 

 

L’intervento artistico di Pellegrino per il Festino è reso possibile grazie al contributo di Dell’Oglio, che ha voluto sostenere uno degli artisti più apprezzati della città nel suo omaggio alla Santa. Per l’occasione Dell’Oglio ospita una “Rosa” anche nella vetrina dello storico negozio di via Ruggero Settimo.

 

“Sono tempi in cui dobbiamo fare di tutto per far splendere la città, per illuminarla con il nostro impegno, le nostre idee, il nostro coraggio imprenditoriale e la volontà di attrarre futuro. E, quando si parla di luce – ha dichiarato Mario dell’Oglio – nessuno meglio di Pellegrino poteva rappresentare questo tributo alla “Santuzza”. Con gioia Dell’Oglio ha affidato alle sue “Rose” un ex-voto civico che testimonia la volontà di esserci per costruire una città che meriti di essere desiderata ogni giorno”.

 

L’installazione di Pellegrino si ispira alla leggenda del cammino della Santa verso l’eremo di Santo Stefano Quisquina. Si narra che la Santa si sia recata nel bosco delle rose, luogo che conosceva bene, poiché a volte si ritirava sul monte per condurre una vita eremitica. Le rose peonie, senza spine, sono fiorite proprio al passaggio di Santa Rosalia: da allora sbocciano nel mese di febbraio.  “Tanti miei lavori sono ispirati a Rosalia, ha spiegato Domenico Pellegrino. Ho avuto l’onore nel 2014 di realizzare la statua per il Carro, l’ho ritratta bambina nella scultura del Genio di Palermo ed ho disegnato in luce la rosa. Questa stessa rosa che oggi adorna i balconi dei quattro canti ridisegnando ad una quota differente il campo che fiorisce al passaggio della Santa, la mia installazione vuole essere un augurio di rinascita.“

Foto di Giuseppe Mazzola

Share:

On Key

Related Posts

Culture

Martinho da Arcada, il più antico cafè di Lisbona

Nato nel 1778, è noto per la sua frequentazione da parte delle élite culturali portoghesi e internazionali. È il famoso cafè dove Fernando Pessoa amava sostare, le foto dello scrittore seduto al suo tavolo personale sono infatti appese a tutte le pareti

Read More »