A Milano la smart library nel metrò

di Redazione

Nel mezzanino della M1 a Porta Venezia arriva la prima biblioteca nella metropolitana

Anche un breve percorso può diventare un viaggio in compagnia di belle storie da leggere, questa particolare biblioteca propone infatti oltre 400 libri, fumetti, dvd e audiolibri che si possono prendere gratuitamente in prestito dalla biblioteca nel metrò, aperta sette giorni su sette, e che possono essere restituiti nella smart library stessa o in qualsiasi altra biblioteca della città meneghina.

 

Funziona come le normali macchinette di cibo e bevande ma anziché erogare caffè offre la possibilità a passeggeri e pendolari di scegliere fra i loro autori e titoli preferiti. L’offerta è ampia e aggiornata, per soddisfare tutti i gusti e le fasce d’età. Una bella notizia per le lettrici e i lettori.

 

Chi è già iscritto al Sistema Bibliotecario del capoluogo lombardo, può scegliere dal monitor il libro preferito, e seguire le istruzioni per prenderlo in prestito. Chi ancora non è iscritta o iscritto, ma risiede a Milano, può loggarsi al portale, con SPID o con la propria carta di identità elettronica, e in questo modo ha la possibilità di utilizzare fin da subito il servizio. In alternativa, ci si può iscrivere presentandosi con un documento di identità nella vicina biblioteca Venezia o in qualsiasi altra biblioteca del Sistema, al momento si può per ora prendere in prestito un solo volume alla volta.

 

Il progetto, messo in campo grazie ad un cofinanziamento ottenuto da Regione Lombardia e in virtù della consolidata collaborazione con ATM, ha consentito l’installazione di una vera e propria biblioteca completamente robotizzata, che dialoga con il catalogo del Sistema bibliotecario, il quale registrerà in tempo reale le transazioni di prestito. Un’ottima opportunità per i passeggeri.

 

 

La smart library, che segue gli orari di apertura della metropolitana e quindi è aperta sette giorni su sette, dalle sei del mattino fino a mezzanotte inoltrata, è accessibile non solo a coloro che sono iscritti al sistema bibliotecario ma anche alle cittadine e ai cittadini residenti a Milano, per i quali basterà, attraverso un Codice QR, accedere a una pagina in cui effettuare gratuitamente e in tempo reale l’iscrizione (con SPID o Carta d’identità elettronica), e quindi al prestito.

 

Il nuovo servizio rientra nel più ampio progetto Biblioexpress, già avviato nel 2020 come parte della strategia che punta a garantire maggiore prossimità territoriale, e che già vede trenta edicole e cinque librerie attive come punti di prestito nei quartieri.

 

ATM e le biblioteche milanesi collaborano già da anni per “Milano da leggere”, l’iniziativa di promozione della lettura che mette a disposizione ebook gratuiti offerti dagli editori, nella comune convinzione che il libro rappresenti uno strumento di cultura, di aggiornamento, ma anche di socialità e inclusione.

Share:

On Key

Related Posts

Culture

Martinho da Arcada, il più antico cafè di Lisbona

Nato nel 1778, è noto per la sua frequentazione da parte delle élite culturali portoghesi e internazionali. È il famoso cafè dove Fernando Pessoa amava sostare, le foto dello scrittore seduto al suo tavolo personale sono infatti appese a tutte le pareti

Read More »